Rozsypaniec - Halicz - Tarnica: un sentiero da Wołosate per chi ama le lunghe passeggiate

Il sentiero rosso da Rozsypaniec ad Halicz

Un po 'di pace e tranquillità

Nella stagione estiva, le persone sono ovunque. Più o meno affollato, ma ovunque. In generale si può dire che ha già montagne e spiagge appartate. Quelli che erano soli a causa della loro solitudine attirano così tante persone disposte a prendersi una pausa dalla folla che alla fine ... creano una folla.
Ma ci sono eccezioni alla regola. Sempre.
Basta scegliere il momento giusto della giornata (es. Andare in montagna prima delle otto del mattino, non dopo le undici), oppure il sentiero giusto (non quello che porta la via più breve verso la meta, ma più lungo, più difficile, più distante) e anche in stagione si può cogliere molto silenzio e pace.
Il sentiero rosso da Wołosate ad Halicz è adatto a questo scopo. È vero che il punto di partenza da Wołosate è il punto più affollato di tutti i Monti Bieszczady (poiché il sentiero più breve e veloce per Tarnica inizia nello stesso punto), ma dopo 500 m, al bivio dei sentieri presso la biglietteria per Bieszczady Nel Parco Nazionale la situazione si risolve rapidamente. Il flusso principale, ampio e veloce di escursionisti assetati di montagna tira una corda a sinistra, lungo il sentiero blu fino a Tarnica, e uno stretto gruppo di appassionati, come goccioline che gocciolano lentamente da un rubinetto svitato, si dirige lungo il sentiero rosso verso Halicz.
Ho scelto il sentiero giusto e il momento giusto della giornata. Le otto e quindici, con un biglietto d'ingresso al BNP in mano, come una sola goccia solitaria mi sono staccata dal flusso principale e sono andato per la mia strada: "rosso ad Halicz"

Parcheggio simile a un muro

Al punto di partenza del sentiero a Wołosate, c'è un ampio e comodo parcheggio per autovetture (a pagamento PLN 18, senza limiti di tempo). Vi presento le coordinate del parcheggio di seguito.
Ci sono servizi igienici gratuiti accanto al parcheggio e un piccolo ristorante / pizzeria che apprezzerai al 100% quando tornerai al parcheggio dopo una lunga passeggiata.

Wołosate - parcheggio, Coordinate GPS:
49°03’58.8″N 22°40’48.6″E
49.066327, 22.680162 - fare clic e instradare

Wołosate - il passo Bukowska

Letteralmente ai primissimi metri del sentiero rosso, dietro la biglietteria del BNP, accanto alla strada a sinistra, si incontra un tabellone informativo che porta ai resti del cimitero e ai resti della chiesa, che qui rimase fino al 1947. Il villaggio che era originariamente chiamato Valacchia è stata fondata nel 1557. Dopo la seconda guerra mondiale, nel 1946, tutti gli abitanti del villaggio furono sfollati. Un anno dopo, il villaggio deserto e la chiesa furono bruciati e il cimitero fu devastato.
Le fondamenta della chiesa e diverse lapidi distrutte che possono essere viste qui oggi sono gli unici resti del villaggio.

Cimitero e chiesa di Wołoschatka

Dopo aver visto i resti della chiesa e del cimitero, si può iniziare la vera e propria passeggiata lungo il sentiero.
Il primo frammento di sentiero lungo quasi 8 km può essere considerato monotono. Per i primi 1,5 km si percorre una strada asfaltata, quindi si svolta a sinistra sotto forma di una strada sterrata larga, asfaltata e compattata. Quasi tutto il tempo si alza discretamente, permettendoti di guadagnare nuovi metri di altezza in modo impercettibile.

Vista di Tarnica dall'asfalto
Questo è più o meno il percorso tra 1,5 e 8 chilometri. Il primo chilometro 1,5 corre lungo la strada asfaltata.

La passeggiata è facile, piacevole e riparata dagli alberi che d'estate offrono un piacevole riparo dal sole cocente. Questo frammento, comunemente considerato monotono, è stata per me un'opportunità per staccarmi dal trambusto della folla di turisti, cogliere l'atmosfera della solitudine di Bieszczady e godermi il silenzio della foresta o meglio la voce sottile della foresta. Durante tutto questo tempo (circa due ore di cammino) ho passato (tutto esaurito) tre gruppi di due e un solo uomo. Due persone sono arrivate dall'altra parte della strada. È tutto. Nove persone. Nel mezzo della stagione estiva (inizio agosto), quando i titoli di "Internet" urlavano sulla folla sui monti Bieszczady.
Alla fine, non definirei monotono il frammento iniziale. È stato molto piacevole per me. Ha dato tempo e spazio per entrare nell'umore di Bieszczady.

Questa sezione del percorso comprende le stazioni della famosa Via Crucis Bieszczady, che termina al Passo Bukowska.

Una delle stazioni della Via Crucis Bieszczady nel percorso tra Wołosat e il passo Bukowska

Passo Bukowska - Rozsypaniec

Stiamo ancora seguendo la pista rossa.
Dal punto di vista del viandante della montagna, questo è il primo frammento in cui qualcosa inizia ad accadere. All'altezza di un rifugio in legno, il sentiero gira a sinistra della strada, si trasforma in un sentiero stretto e tortuoso e inizia a salire più nitido. Il sentiero entra in un'area verde intermedia che separa i prati dall'alta foresta. Il pennello si abbassa e appare più sole. Dopo una dozzina di minuti circa, dal sentiero si apre una bellissima vista sulle montagne e sui prati circostanti ... tali panorami mi accompagneranno per il resto della passeggiata. Dopo un'altra dozzina di minuti circa, raggiungo la prima vetta della giornata: Rozsypaniec (1280 m sul livello del mare). Ci vogliono circa 30 minuti a piedi da Przełęcz Bukowska (circa 1 km).
Questa è la prima tappa della giornata, tempo per un breve riposo e per assaporare il panorama. Ci sono anche panchine. Tutto vuoto. Sono solo, senza folla, senza suoni inutili. Divoro i monti Bieszczady.

Un rifugio al Passo Bukowska
Salita dal passo Bukowska a Rozsypaniec
Vista da Rozsypaniec. I picchi visibili sono, da destra: Halicz, Kopa Bukowska, Krzemień e Tarnica

Rozsypaniec - Halicz

Scendendo da Rozsypaniec verso Halicz, devi rinunciare a parte dell'altezza che hai guadagnato, per poi riprendere lentamente a salire, fino alla terza vetta più alta dei Monti Bieszczady polacchi: Halicz (1333 m sul livello del mare). Il sentiero rosso verso Halicz può essere visto da qui come su un vassoio.

Sentiero da Rozsypaniec, con avvicinamento visibile ad Halicz

La salita in sé è breve (circa 600 m; 20 minuti) e diventa più acuta man mano che ci si avvicina alla vetta. Percorrere l'intera sezione (1,2 km) da Rozsypaniec a Halicz non dovrebbe richiedere più di 30-40 minuti.

Il sentiero per Halicz
L'ultimo (più nitido) frammento dell'approccio ad Halicz

Diverse persone si sono presentate ad Halicz. Il numero di persone al livello di 10 è stato mantenuto per tutto il tempo. Ogni pochi minuti, dopo che l'appetito per i panorami era stato soddisfatto, qualcuno scendeva dall'alto ed entrava qualcuno di nuovo. Tuttavia, è difficile definirlo una folla.
Da Halicz ci sono panorami inaccessibili da altre vette. Non accessibile nemmeno da Tarnica, che è più alta di 13 metri. Halicz si trova in modo tale che, a parte tutti i punti più importanti degli Alti Monti Bieszczady, dopo aver guardato a est, abbiamo accesso a una vista illimitata della parte ucraina delle montagne. Da Tarnica, questa vista non è disponibile perché…. è effettivamente coperto dall'alto e massiccio Halicz.
C'è una croce su Halicz, che una volta si trovava su un'altra vetta molto famosa nei monti Bieszczady. La croce è arrivata ad Halicz da Tarnica.
La prima croce sulla Tarnica è stata posta nel 1978 e nel 1987 è stata sostituita con una nuova, che si trova ancora oggi. La vecchia croce di Tarnica è arrivata ad Halicz, dove non è stato facile. Le condizioni meteorologiche con cui stava lottando hanno causato gravi danni. Le brave persone hanno avuto pietà di lui e nel 2002, senza alcun consenso, hanno rinnovato e ingrandito la croce, senza infrangere nessun regolamento. In base alla progettazione, erigere croci in montagna è esente dal principio di rispetto della legge.

La croce in cima ad Halicz

Halicz - Cambia Goprowska

Il resto del sentiero (rimaniamo sempre su quello rosso) è una tipica passeggiata Bieszczady lungo stretti sentieri, ondeggiando leggermente verso l'alto e verso il basso (in questo caso andremo leggermente verso il basso). Camminiamo lungo verdi, vasti prati aperti che coprono i coni delle vette vicine. Il sentiero corre lungo un pittoresco pendio, superando la vetta inaccessibile ai turisti Kopa Bukowska (1320 m sul livello del mare).
Questa parte del percorso tra Halicz e il passo Goprowska è lunga 3,5 km e dura circa 1 ora.

L'inizio della discesa da Halicz verso il passo Goprowska
Il sentiero attraverso i prati sotto Kopa Bukowska

Passo Goprowska - il passo vicino a Tarnica

Al passo Goprowska, il sentiero rosso si unisce al sentiero blu ed entrambi ci condurranno al passo vicino a Tarnica. Questo frammento (lungo 800 m) conduce in salita nella sua interezza e lo "salterai" in circa 30-40 minuti.

Passo Goprowska

Durante la guardia, sta arrivando a mezzogiorno e questa zona sta iniziando ad essere più densa delle persone. Qui finisce la zona tranquilla, in cui mi sono trasferito dall'inizio della marcia a Wołosate. Il fatto stesso di unire i due sentieri principali di Bieszczady in una sezione comune significa che deve essere più fitta. Questo breve frammento è utilizzato dai bieszczadniki da diverse direzioni principali, da: Ustrzyki Górne, Bereżki i Pszczeliny, Muczne e Bukowy Berd, Halicz, Wołosaty e Tarnica. Si può dire che sia il principale crocevia locale in questa parte dei Monti Bieszczady.
Da questa parte del sentiero si ha una visuale perfetta praticamente per tutta la parte dell'ascesa finale alla cima Tarnica (partendo dal Passo Tarnica). Quel giorno, uno sguardo e una frazione di secondo mi sono bastati per decidere che ... non andrò a Tarnica.
Mancano solo 15 minuti alla vetta dal passo, ma quello che stava succedendo sul sentiero verso la vetta del Tarnica mi ha lasciato senza parole (potete vederlo nella foto sotto).

Questo era l'approccio alla cima della Tarnica. Mi è venuta voglia di entrare.

Non mi è dispiaciuto rinunciare ad andare in cima. Ci sono già stato. Ma stare in fila per la vetta e spingere in mezzo alla folla fitta e urlare in cima ... solo pensarci mi ha fatto star male.
Questo esempio illustra la differenza tra la popolazione del sentiero Bieszczady più popolare (il sentiero blu da Wołosate a Tarnica), rispetto ai sentieri meno frequentati, più lunghi e più difficili (come il sentiero rosso che ho seguito finora).
La conclusione è semplice: evita i sentieri popolari nelle ore pomeridiane e pomeridiane, e se vuoi percorrere un sentiero popolare ed evitare la folla, fallo al mattino. È meglio andare sul sentiero intorno alle 8.00.
Al mattino, quando inizia a diventare denso, sarai sulla via del ritorno, facendo una passeggiata in pace e tranquillità dietro di te.

Densità di popolazione sul passo vicino a Tarnica

Il passo di Tarnica - Tarnica

Il sentiero giallo porta a Tarnica. Saliamo e seguiamo lo stesso sentiero.
Quel giorno non sono andato a Tarnica, ma l'ho fatto prima. La camminata in salita dura 15 minuti ed è sempre ripida. Ci vuole una quantità di tempo simile per andare giù. È così ripido che è difficile scalarlo più velocemente.
Sai, i panorami dalla cima di Tarnica sono bellissimi. Puoi vedere chiaramente le piastre che portano a Tarnica da diverse direzioni, prati, altre vette, tutto.
È un peccato che sia ancora pieno di gente (beh, a meno che non sia inverno, o il tempo non sia brutto, o preferibilmente fuori stagione + brutto tempo 🙂)
Tuttavia, devi avere la rimozione della croce su Tarnica. Quindi l'ho fatto anche io.

Tarnica (foto dal mio ingresso precedente).
Vista da Tarnica
Vista da Tarnica

Tarnica - Wołosate

D'ora in poi, andiamo sul sentiero blu e continuiamo su questo sentiero fino al parcheggio di Wołosate.
Questa parte del percorso può essere divertente e irritante allo stesso tempo. Devi essere in grado di isolarti molto per concentrarti sull'ammirare la natura, anche per un momento. La processione dei potenziali conquistatori della vetta più alta dei monti Bieszczady polacchi è ininterrotta. La varietà di outfit fashion che si possono indossare in occasione della conquista di Tarnica può stupire. L'abbigliamento utilizzato, e soprattutto le calzature (sia da uomo che da donna), mi spinge sempre a chiedermi: come è possibile scalare Termica in qualcosa del genere? Ammetto che non ho potuto.
Penso che se qualcuno in qualcosa del genere può salire in cima senza danni significativi alla salute, deve esserci un talento nascosto.
Così ho guardato i tessuti usati con interesse, invece di ammirare la natura. È semplicemente impossibile staccarsene, sebbene ostacoli efficacemente un altro fenomeno leggermente irritante.
La discesa dal passo sotto Tarnica a Wołosate lungo il sentiero blu dura circa 1 ora.
Dopo 30 minuti di discesa ho iniziato a sentire dolore ... in faccia e nella lingua.
"Ehi", "Ciao", "Buongiorno", "Ciao", "Buongiorno", "Ehi", "Ciao", "Ciao", "Ciao", "Ehi", "Ciao", "Ciao" , "Ciao", "Ciao", "Ehi", "Ciao", "Ciao"
…. e così via all'infinito.
Ho avuto l'impressione che le mie labbra e la mia lingua (dopo diverse dozzine di minuti di parlare più e più volte: ehi, ciao, buongiorno) fossero gonfie come uno spray Botox. Non so perché questo bisogno di dire verbalmente ciao sul sentiero a tutti quelli che passano, poiché la fila delle persone va avanti per sempre. Capisco che quando incontri qualcuno sul sentiero dopo 2 ore di cammino da solo, scambi gli auguri con loro ... ma per macchina i saluti di 30 persone in XNUMX minuti?
Quando sono rimasta senza acqua (perché i saluti mi hanno tenuto la gola secca e in mezz'ora ho bevuto più di 18 km di cammino) non ce la facevo più. Mi sono perso e ho usato la situazione. Ho incontrato una persona molto gentile e paziente con angelica pazienza davanti a me, che ha risposto a tutti il ​​"buongiorno". Mi sono nascosto dietro di lei e grazie a ciò ha risposto a tutti i saluti anche da parte mia. Almeno non sono andato per una barbabietola, che non voglio nemmeno dire "buongiorno".
Quando sono sceso al parcheggio di Wołosate, il gonfiore sulle labbra e sulla lingua era diminuito. La cosa, tuttavia, mi perseguitava. Lungo la strada, avevo alcune commissioni da fare. Ho parcheggiato a Wetlina vicino a un piccolo negozio di alimentari della ABC. Il numero di persone che camminavano per strada era persino inferiore al traffico sul sentiero. Alcuni partivano, altri arrivavano, ho anche notato i volti che mi erano familiari dal sentiero per Tarnica. A quanto pare avevano anche qualcosa da comprare. Ho deciso di fare un esperimento.
Ho parcheggiato un po 'più in là, per avere circa 200m per andare al negozio. Sono sceso dall'auto e sono andato al negozio con un cordiale saluto alle persone di passaggio: "Ehi", "Ciao", "Ciao" ...
Mentre su "ciao" alcune persone, dopo un momento di sorpresa e riflessione, hanno risposto sottovoce, la reazione a "ehi" e "ciao" è stata come se avessi lanciato un insulto. Mi hanno guardato almeno in modo strano ...
Ma come? - Mi sono posto la domanda. Dopotutto, stavamo solo camminando lungo lo stesso sentiero in molta più folla.
Non mi ha portato più vicino alla comprensione del fenomeno dei saluti seriali sul sentiero di montagna. L'esperimento si è concluso con un fallimento e non è stato continuato.

Un frammento della discesa dalla Tarnica
Da qualche parte nel bosco parte la discesa da Tarnica verso Wołosate

Un classico di Bieszczady su Halicz

Il percorso ad anello chiuso descritto sopra, che conduce prima lungo il sentiero rosso e infine lungo il sentiero blu, è uno dei pochi sentieri ad anello nei monti Bieszczady. Viene spesso chiamato il classico di Bieszczady. Attraversa parti molto interessanti dei monti Bieszczady, splendidi prati e le vette più alte. Allo stesso tempo, è abbastanza lungo, impegnativo e appartato per sentire il gusto del tradizionale vagabondaggio Bieszczady.
Lo consiglio a tutti coloro che vogliono toccare con mano la classica, Bieszczady, lunga escursione.
Potrebbe essere meno attraente seguire lo stesso sentiero nella direzione opposta. In primo luogo perché partiamo lungo il sentiero verso Tarnica, cioè seguiamo il torrente principale dall'inizio, senza possibilità di un po 'di pace e solitudine, e in secondo luogo, gli ultimi 8 chilometri possono sembrare monotoni in questa disposizione.

La mappa del percorso: Rozsypaniec, Halicz e Tarnica z Wołosaty

Di seguito una mappa del percorso sopra descritto. Sulla mappa troverai informazioni sul tempo totale del percorso, la sua lunghezza e il dislivello da percorrere.
Sotto la mappa è allegata una sezione trasversale dei cambiamenti di altezza del sentiero.

4.7/5 - (360 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




10 commenti su "Rozsypaniec - Halicz - Tarnica: un sentiero da Wołosate per chi ama le lunghe passeggiate"

      • o
        Collegamento diretto

        Stavo solo pianificando un percorso per Halicz. La prima versione ipotizzava un percorso dal sentiero rosso, che terminava su quello blu. Poi ho pensato che forse è meglio il contrario. Mi sono imbattuta in questo articolo ed ero convinta che il mio intuito femminile non mi avesse deluso. Grazie. Domani si arrampica 👍

        rispondere
  • o
    Collegamento diretto

    Hahaha. Abbiamo avuto la stessa cosa oggi con questa "eredità" diffusa. Abbiamo scoperto che è necessario avere un segno del genere "buongiorno" e d'altra parte "ciao" e rispondere a seconda di chi si aspetta cosa 🙂 e questo successo: ci odiamo già nel parcheggio, ma in alto cinque tracce. Hahaha. Viste magnifiche. Ci ha massacrato ieri con questa rotta. Abbiamo evitato Tarnice per mancanza di forza e volontà di spremere gli altri. Ma è bellissimo lì!

    rispondere
    • o
      Collegamento diretto

      La fatica passerà, la forza si riprenderà e la gloria rimarrà per sempre!
      … E ricordi.

      rispondere
    • o
      Collegamento diretto

      Grazie per gli ottimi consigli, grazie ai quali abbiamo ottenuto Tarnica in modo efficiente e senza irritazioni. Abbiamo scelto l'anello attraverso Halicz 😁 - splendidi panorami, minimo "buona giornata", e quando siamo arrivati ​​a Tarnica, la maggior parte dei turisti "espressi" erano già in macchina.

      rispondere

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *