S. Rocha (Igreja de Sao Roque) a Lisbona - visite turistiche, curiosità, biglietti, mappa

Chiesa di S. Rocco su piastrelle Azulejos dell'inizio del XVIII secolo. Attualmente in mostra al Museo Azulejos di Lisbona
foto: RickMorais, fonte: Wikipedia sulle regole CC BY-SA 4.0

Brutto anatroccolo?

Avvicinandosi alla facciata della Chiesa di S. Rocha, potresti sentirti un po' deluso e chiederti perché ho insistito per venire qui.
Alcuni dicono abbastanza elegantemente che l'edificio della chiesa dall'esterno ha una "forma grezza". Tuttavia, non abbiamo paura di dire direttamente che dall'esterno è semplicemente poco interessante, noioso e insignificante, e quindi spesso trascurato. Non c'è assolutamente nulla che suggerisca cosa c'è dentro. Ebbene, ancora una volta vale il detto: non giudicare un libro dalla copertina.

Cimitero degli infetti

La chiesa è stata fondata da Gesuitiportato in Portogallo dal re Giovanni III del Portogallo. I beni immobili messi a loro disposizione per vivere cessarono presto di essere sufficienti per i monaci e intrapresero intensi sforzi per costruire la propria sede e chiesa. Ai gesuiti piaceva particolarmente una collina. La collina, che durante l'epidemia di peste che devastò Lisbona nel 1505, era un enorme cimitero e vi venivano portate le vittime della peste. Fu allora (nel 1506) che gli abitanti della città decisero di erigere un santuario sul colle, e le autorità ecclesiastiche decisero di collocare le reliquie di S. Rocco, patrono degli appestati.
Lunghe trattative portarono il successo ai gesuiti. Il re cedette alla loro persuasione e consegnò il santuario di S. Rocco all'Ordine della Compagnia di Gesù.

Budowa

I gesuiti iniziarono quasi subito ad attuare la parte successiva del piano, che presupponeva la demolizione del santuario esistente e la costruzione di una chiesa che soddisfacesse le loro ambizioni.
Il contratto stipulato tra il re e l'ordine obbligava i Gesuiti a custodire S. Rocco come patrono della nuova chiesa, dedicandogli almeno una delle cappelle.
I lavori iniziarono rapidamente e così fu costruita la prima chiesa gesuita in Portogallo e una delle prime al mondo. Divenne la sede principale dei gesuiti nel paese e servì come tale per oltre 200 anni, fino a quando i gesuiti furono espulsi dal Portogallo e l'ordine fu definitivamente sciolto da papa Clemente XIV.

Andiamo dentro

Tornando alla chiesa stessa, va detto che i monaci non risparmiarono né forze né risorse per rendere semplicemente delizioso l'interno del tempio. La disposizione degli interni è stata progettata in modo tale che la chiesa fungesse da auditorium ideale per la predicazione. Questo stile di costruzione ottenne persino il nome di "stile gesuita" e divenne un modello per altri templi.

Sotto foto panoramica dell'interno della chiesa di S. Rocco (puoi ruotarli e ingrandirli):

Sul soffitto piatto della chiesa si trova un dipinto tridimensionale, basato sull'illusione e l'illusione ottica, noto in architettura come "trompe-l'œil" o "ingannare l'occhio". In piedi nel posto giusto (intorno al centro della chiesa) guarda in alto. Ingannerai i tuoi stessi occhi e vedrai l'illusione tridimensionale di una volta a botte sostenuta da quattro grandi archi riccamente decorati e l'interno di tre enormi cupole con finestre (su una di esse anche un uomo si sporge dal balcone).
Purtroppo, sotto la cupola centrale, i Gesuiti hanno aggiunto un grande medaglione raffigurante la "Glorificazione della Croce", che a mio avviso rovina un po' l'effetto tridimensionale.

Fotografia del soffitto della chiesa di S. Roch a Lisbona è incluso di seguito. Puoi anche scaricare un'immagine disponibile su Wikipedia all'indirizzo altissima qualità - [clicca] per vedere dettagli interessanti.

Soffitto della chiesa di S. Rocho, dipinto usando l'illusione che subisce l'occhio umano
fonte: Wikipedia di pubblico dominio

Fatto interessante:
Brillanti dipinti basati sull'illusione e sull'inganno dell'occhio possono essere visti anche in Polonia. Si trovano nella splendida abbazia cistercense di Lubiąż. Maggiori informazioni e foto dall'abbazia possono essere viste nella voce: Monastero di Lubiąż - una gigantesca abbazia cistercense, un barile di catrame e tre cucchiai di miele

La cappella più costosa d'Europa

Ci sono otto cappelle all'interno della chiesa. Sono tutte bellissime, ma una di queste è unica al mondo. Questo cappella di S. Giovanni Battista (Capela de São João Baptista). La sua realizzazione fu commissionata dai Gesuiti ad artisti italiani. Per realizzarlo furono utilizzati i materiali più costosi disponibili a quel tempo nel mondo: avorio, oro, argento, porfido, agata, lapislazzuli, e centinaia (!!!) di artisti e artigiani lavorarono alla sua realizzazione.
La cappella è stata interamente realizzata e installata nella chiesa di Sant'Antonio dei Portoghesi a Roma. Dopo essere stato benedetto dal papa, fu smontato, imballato su tre navi, trasportato a Lisbona e rimontato.
Quando fu costruita, era la cappella più costosa d'Europa. La sua costruzione fu finanziata principalmente con l'oro e la ricchezza che affluivano in Portogallo dal Brasile.
Mentre ti guardi intorno nella cappella, nota i dipinti sui pannelli laterali, sul pannello centrale e sul pavimento. Mentre sul pavimento un attento osservatore è in grado di notarlo, sugli altri dipinti è davvero difficile vedere che non sono veramente dipinti! Questi sono mosaici estremamente intricati. Sono fatti di minuscole briciole colorate, di circa due o cinque millimetri. Tenendo conto delle sfumature di colore, della prospettiva e di una certa "morbidezza" dell'immagine stessa, è facile rendersi conto della portata della maestria di queste opere.

Di seguito una fotografia del mosaico sul pavimento della cappella di S. Giovanni Battista. Immagine mosaico ad alta risoluzione che puoi scarica da Wikipedia - [clicca]. Puoi vedere su di esso che è davvero un mosaico 🙂

Mosaico sul pavimento della cappella di S. Giovanni Battista nella Chiesa di S. Roccia, Lisbona
fonte: Wikipedia di pubblico dominio

Informazioni utili

ATTENZIONE!
Se hai una city card Carta Lisbona - [clicca] allora hai diritto ad uno sconto del 40% sull'ingresso al Museo di S. Rocco.

S. Rocco, Coordinate GPS:
38°42’48.2″N 9°08’36.4″W
38.713387, -9.143444 - fare clic e instradare

Mappa turistica di Lisbona con le maggiori attrazioni della città
numer 9 è la chiesa di s. Rocco

Itinerario turistico di Lisbona

Questo post fa parte di un itinerario turistico di Lisbona molto dettagliato che ho sviluppato. Il piano è disponibile gratuitamente e puoi vederlo sul sito web: Piano turistico di Lisbona - mappa, attrazioni, monumenti, biglietti, alloggi, fatti interessanti

Sistemazione a Lisbona

Per facilitare la ricerca di un alloggio, presento qui alcune interessanti (a mio avviso) proposte dal centro storico di Lisbona. Non considerarli "solo i migliori". Sono una proposta interessante e possono essere una buona scelta o un buon punto di partenza per ulteriori ricerche. Cliccando su uno di questi hotel si accederà ai dettagli dell'offerta e (forse ancora più importante) verrà visualizzato un elenco di offerte simili. Grazie a ciò, avrai immediatamente accesso a un elenco di alloggi interessanti, che potrai poi filtrare e visualizzare in base alle tue preferenze.

Solar dos Poetas – [clicca]

Bairro Alto Suites - [clicca]

Casa das Janelas com Vista – [clicca]

Piano turistico del Portogallo

Questa voce fa parte di una completa Piano turistico del Portogallo - [clicca]. La guida contiene piani, mappe e descrizioni di specifici percorsi turistici.
Per vedere tutte le descrizioni attualmente disponibili delle attrazioni in Portogallo, fare clic sul collegamento: Portogallo continentale - [clicca].

Guida al noleggio sicuro: Portogallo - noleggio auto senza carta di credito, senza deposito
5/5 - (16 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *