Glaumbaer - case di torba in Islanda

Fattoria Glaumbaer

Stiamo costruendo una nuova casa...

Sì, ma cosa? Basta guardarsi intorno. Niente alberi intorno. Solo ghiaia, pietre, muschio, erba e un focolaio vulcanico. La natura islandese non pecca per l'ospitalità. Avrei problemi con la costruzione anche adesso, figuriamoci nel X o XI secolo? Come vivere?

L'uomo è intelligente, però, e l'ha capito! Usando semplici strumenti, ha tagliato pezzi di torba e torba dal terreno, li ha formati in una specie di mattonelle, li ha asciugati e accatastati uno sopra l'altro. Si stava costruendo una casa. Le pareti dovevano essere spesse (di solito tre strati) in modo che la struttura non crollasse sotto il suo stesso peso. L'ampio spessore delle pareti garantiva inoltre una buona ritenzione del calore. Lo strato inferiore delle murature veniva talvolta posato con l'utilizzo di pietre separate da strati di torba. C'era erba sul tetto. L'erba che cresce sul tetto ha avuto un effetto positivo sulla compattezza e stabilità della struttura.
La quantità di legno necessaria per costruire la casa è stata ridotta al minimo. Ne sono stati ricavati solo il telaio della casa e la struttura del tetto. Tutti vivevano in case di torba: ricchi e poveri. I più ricchi dotavano le loro case di pavimenti in legno.
Fino al XIX secolo l'unica fonte di riscaldamento per le case di torba era il focolare della cucina.

La struttura del muro di torba

Architettura e durata

In origine, le case di torba avevano la forma di case lunghe, con una lunga stanza separata da pareti di legno chiaro. Nel tempo si è riscontrato che è più efficiente costruire una casa con un corpo principale più piccolo e pochi edifici funzionali ad esso collegati. Nasce così il concetto di costruire più edifici più piccoli collegati tra loro da un passaggio coperto. La casa di Glaumbaer è costruita secondo questo concetto.

Una fattoria a Glaumbaer

La durata delle case di torba dipendeva fortemente dalla posizione e dal clima locale. Avevano la durata più bassa (da 20-25 anni) nel sud dell'isola, dove si alternano spesso cambiamenti climatici: gelate e disgeli. La parte settentrionale dell'isola, dove le temperature negative senza disgelo sono durate gran parte dell'anno, è stata più favorevole alla durabilità delle case. Sono durati anche 50 - 70 anni.

La parete di fondo di una delle stanze

Casa a Glaumbaer

A prima vista, una casa a Glaumbaer non sembra una casa, ma un intero complesso residenziale. In effetti, è una casa, costruita secondo il concetto di cui ho scritto sopra. L'ingresso alla casa si trova nell'edificio principale, e uno stretto corridoio lungo 21 metri conduce alle altre stanze.

Corridoio che collega le stanze all'interno della casa

Il collegamento diretto all'edificio principale non è solo della fucina e dei locali tecnici che fungono da celle.
Puoi vedere la pianta della casa nella foto qui sotto:

Pianta della casa a Glaumbaer
1. Ingresso
2. Stanza settentrionale
3. Cucina
4. Dispensa settentrionale
5. Stanza degli ospiti
6, 7, 8. Camera da letto
9. Ingresso posteriore
10. Dispensa
11. Latticini
12. Stanza principale
13, 14, 16. Cellule
15. Forgia
fonte: glaumbaer.is
Sembra un'intera tenuta, ed è solo una casa. L'ingresso della fucina è il più vicino a noi.
Camera da letto
Stessa camera da letto dall'esterno

È noto che nell'area degli attuali edifici è sempre esistita una fattoria fin dal X secolo. A circa 150 m dalla fattoria, sono stati scoperti diversi edifici del X-XI secolo e le rovine di una fattoria con un solo edificio dei tempi dei Vichinghi. Gli edifici che possiamo vedere qui oggi ovviamente non sono così vecchi. Sono stati creati nel XVIII e XIX secolo. La fattoria Glaumbaer è stata abitata fino al 1947. Cinque anni dopo è stata trasformata in un museo a cielo aperto e aperto al pubblico.

Attualmente ci sono anche due tradizionali case in legno trasferite qui:
- Asus - funziona come un'accogliente sala da tè e un caffè
- Gilsstof - ha funzioni d'ufficio e non è disponibile per visite turistiche

Interno della torbiera Glaumbaer
Interno della torbiera Glaumbaer

Visitando Glaumbaer

Il museo all'aperto è aperto negli orari sotto indicati.

Orari di apertura:
- dal 20 maggio al 20 settembre, aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00
- dal 21 settembre al 20 ottobre aperto solo nei giorni feriali dalle 10:00 alle 16:00
- dal 21 ottobre al 21 marzo disponibile solo per prenotazioni preconcordate
- dal 1 aprile al 19 maggio aperto solo nei giorni feriali dalle 10:00 alle 16:00

Prezzi d'ingresso:
- adulti (18+): 1700 ISK
- bambini (0-17): gratis
- studenti, anziani, gruppi di più di 6 persone: 1500 ISK

Fattoria Glaumbaer

Accesso e parcheggio

Il museo all'aperto si trova vicino alla strada principale n. 75 e dispone di un comodo parcheggio gratuito per i turisti.

Parcheggio al maso Glaumbaer, coordinate GPS:
65°36’37.7″N 19°30’18.6″W
65.610478, -19.505164 - fare clic e instradare

Itinerario turistico dell'Islanda

La voce che stai leggendo è un elemento preparato da me Programma turistico dell'Islanda. Molto probabilmente, tutto ciò di cui hai bisogno per prepararti per il tuo viaggio in Islanda può essere trovato in questa voce. Meteo, alloggio, noleggio auto, attrazioni turistiche e una mappa di un viaggio in Islanda ... tutto in un unico posto: Islanda - mappa e piano delle visite turistiche, attrazioni turistiche, escursioni, i luoghi più belli - [clicca]. Assicurati di leggere!
5/5 - (62 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *