S. Maddalena a Parigi - fatti interessanti, visite turistiche

S. Maddalena a Parigi

Primo piano

S. La Maddalena è stata costruita due volte e ne ha passate tante prima di trasformarsi da chiesa in... di nuovo chiesa.
Il rapido sviluppo di Parigi ha comportato inevitabili cambiamenti. La nuova chiesa doveva sostituire due templi più piccoli che sorgevano qui. Un progetto di un nuovo tempio è stato creato sulla pianta della croce latina. Il progetto fu approvato nel 1764 e il re Luigi XV pose la pietra per la costruzione.

Primo cambio di piano

Tredici anni dopo, il capo architetto (Pierre Contant d'Ivry) morì e il suo successore ebbe un'idea completamente diversa e decise di cambiare il progetto. D'ora in poi, la sagoma principale del tempio doveva assumere la forma di una croce greca (e non come nell'originale disegno latino), riceveva una cupola più grande e colonne corinzie all'ingresso.

Rivoluzione

Durante la costruzione scoppiò la Rivoluzione francese. La costruzione è stata sospesa, il cantiere è stato suddiviso in lotti e affittato a inquilini privati. Nel frattempo sono stati elaborati nuovi progetti per completare la costruzione e modificarne le funzioni. Doveva essere una biblioteca, un teatro dell'opera e persino la sede della Convenzione Nazionale.
Alla fine, Napoleone Bonaparte emanò un decreto che l'edificio sarebbe stato un tempio alla gloria dell'esercito francese. La costruzione riprese e iniziò con la demolizione di tutto ciò che era stato costruito fino a quel momento. La nuova costruzione stava andando abbastanza bene, ma la storia ha fatto di nuovo una brusca svolta.

… E dopo la rivoluzione

Dopo la caduta di Napoleone (1814), iniziò il tempo della Restaurazione borbonica, ovvero il ritorno al trono della dinastia borbonica. Il tempio alla gloria dell'esercito francese era quasi pronto. Resta solo il lavoro di decorazione. Luigi XVIII ha quindi avuto l'idea che l'edificio sarebbe stato un tempio che esprimeva rammarico per la morte di Luigi XVI e Maria Antonietta.
Quindi l'edificio fu demolito e costruito ex novo durante la Rivoluzione francese e il regno di Bonaparte per adorare una persona che fu buttata giù dal trono dalla rivoluzione e decapitata dalla ghigliottina?
Certo, è stata un'ottima idea umiliare simbolicamente la Rivoluzione. L'imponente e monumentale edificio sarebbe il perfetto simbolo del trionfo dei Borboni.
Sfortunatamente, la situazione finanziaria di Luigi XVIII non gli permise nemmeno di completare i lavori di decorazione, e alla fine l'idea di una nuova funzione per l'edificio crollò e la storia fece un'altra svolta.

L'interno della chiesa di S. Maddalena a Parigi
foto: Joe de Sousa
fonte: wikipedia

Un'altra rivoluzione

Scoppiò la Rivoluzione di luglio, durata tre giorni (27-29 luglio 1830). L'attuale re (Carlo X) fuggì in Inghilterra travestito da donna. Fu eletto il nuovo re, questa volta non più re di Francia, ma re dei francesi, o, come si diceva, re cittadino, Luigi Filippo I.
Il nuovo re era riluttante a continuare la costruzione del tempio, perché lo associava ai Borboni sottratti al potere. Come se avesse dimenticato che fu costruita durante la Rivoluzione francese e Bonaparte, e che lui stesso proveniva dalla linea laterale dei Borboni (sua madre era Maria Adelaide de Bourbon).
Spinto dalla sua riluttanza, ebbe l'idea di trasformare l'edificio in una stazione ferroviaria. L'idea non fu mai attuata e alla fine il re concordò che l'edificio dovesse fungere da chiesa parrocchiale, ma non fu possibile elevarlo a un rango superiore.
Nel 1842 l'edificio fu consacrato e tuttora funge da chiesa.

Storia completamente pazza e pazza per un edificio. Ammettilo!

Informazioni utili

S. Maddalena, Coordinate GPS:
48°52’10.2″N 2°19’26.8″E
48.869501, 2.324100 - fare clic e instradare

Stazione metro più vicina:
Madeleine - righe 8, 12, 14

Tracce di polacchi

Con la chiesa di S. Maddalena è legata al destino di due polacchi eccezionali: Fryderyk Chopin e Adam Mickiewicz.

Fryderyk Chopin

Il 30 ottobre 1849 qui si tenne la messa funebre di Fryderyk Chopin. Al funerale giunsero vere folle e solo tremila persone, titolari di inviti speciali, entrarono nel tempio. Dopo la messa, una folla di migliaia di partecipanti, guidata dal principe Adam Jerzy Czartoryski, ha scortato Chopin al cimitero di Pere-Lachaise, dove è ancora oggi sepolto.
A causa delle dimensioni della cerimonia, sono sorti problemi con l'attuazione del funerale (per la sua attuazione erano necessari ingenti fondi). I soldi lasciati da Fryderyk si sono rivelati insufficienti e la sorella dell'artista, Ludwik, ha dovuto chiedere un prestito per questo scopo.
Il prestito è stato rimborsato con i fondi ottenuti all'asta dei cimeli del defunto.
Come richiesto dall'artista, il suo cuore è stato trasportato in Polonia. In un'apposita urna era incastonato nel pilastro della Chiesa di S. Croce a Krakowskie Przedmieście.

Adam Mickiewicz

Poco più di cinque anni dopo (21 gennaio 1856), nella stessa chiesa si tenne la cerimonia funebre di un altro eminente polacco, Adam Mickiewicz. Dopo la cerimonia, il corpo del poeta è stato portato al cimitero di Les Champeaux a Montmorency, situato a circa 17 chilometri da Parigi, noto come il "cimitero polacco" o il "pantheon dell'emigrazione polacca".
Les Champeaux a Montmorency è attualmente la più grande necropoli polacca in Francia (276 tombe) e, tra le altre,
- Julian Ursyn Niemcewicz
- Cipriano Kamil Norwid
- Adam Mickiewicz
- Il principe Adam Czartoryski
- conte Władysław Zamoyski
- Helena Paderewska (moglie del compositore e primo ministro Ignacy Paderewski)
- Kazimierz Sosnkowski (comandante in capo delle forze armate polacche durante la seconda guerra mondiale)

Con il funerale di Mickiewicz nella chiesa di S. Magdalena ha un'altra storia interessante collegata a uno scandalo. Prima della cerimonia, il capitano Franciszek Jaźwiński ha lanciato una specie di attacco al generale Władysław Zamoyski, colpendolo con un bastone di legno, tenuto saldamente in mano, poi se ne è andato rapidamente.
Alcuni hanno visto l'attacco in questo incidente, altri hanno menzionato la vendetta. Come di solito accade in tali situazioni, si diceva che Mickiewicz non fosse morto di colera, ma che fosse stato avvelenato con l'arsenico, che avrebbe dovuto coinvolgere lo stesso Zamoyski.
In questo modo, infatti, Jaźwiński ha espresso la sua rabbia per il debito che Zamoyski aveva con lui, che non ha pagato a Jaźwiński la sua paga per il servizio prestato in Turchia.
Cyprian Kamil Norwid, che era presente al funerale, ha scritto la poesia "Lo spirito di Adamo i scandalo" dopo il ritorno dal funerale. In esso troviamo echi di questo incidente, che nel poema di Norwid è chiamato “una disgrazia nazionale”.

SPIRITO E SCANDALO DI ADAM.
Resurrexit, sicut dixit.

1.
Ecco quello che è orgoglioso
Una bara stava diventando nera dentro la chiesa,
È risorto nel Verbo -

2.
E «amiamoci!» dopo aver pronunciato a morte,
Dopo la sua morte, si nasconde ancora nel suo grembo
Disgrazia domestica.

3.
Così si mostrò a Maddalena,
Come il Signore, come spine nei loro schemi
Simile fedelmente -
4.

E andando Emmaus dice:
Come questa scrittura viene interpretata in modo vago
Che l'alloro è spine.

Ho scritto dopo essere tornato dal funerale di Adam
Mickiewicza 1856 a Parigi.

Itinerario turistico di Parigi

Questo post fa parte di un itinerario molto dettagliato per Parigi che ho sviluppato. Il piano è disponibile gratuitamente e puoi vederlo sul sito web: Piano turistico di Parigi - mappa, biglietti, attrazioni, monumenti, alloggi, fatti interessanti

Sistemazione a Parigi

Per facilitare la ricerca dell'alloggio, presenterò qui alcune proposte (a mio avviso) interessanti. Non considerarli "solo i migliori". Sono una proposta interessante e possono essere una buona scelta o un buon punto di partenza per ulteriori ricerche. Cliccando su uno di questi hotel si accederà ai dettagli dell'offerta e (forse ancora più importante) verrà visualizzato un elenco di offerte simili. Grazie a ciò, avrai immediatamente accesso a un elenco di alloggi interessanti nel centro di Parigi, che potrai filtrare e sfogliare in base alle tue preferenze.

Hotel Moulin Plaza - [clicca]

Hotel Victoria - [clicca]

Libertel Montmartre Opéra - [clicca]

5/5 - (30 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




Un commento su “S. Maddalena a Parigi - fatti interessanti, visite turistiche"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *