Una spiaggia di diamanti in Islanda, ovvero un cimitero di iceberg: accesso, parcheggio, visite turistiche, curiosità

I diamanti brillano meravigliosamente al tramonto
Diamond Beach, Islanda

Un diamante delicato

Diamanti su Diamond Beach sono molto delicati. Bastano pochi raggi di sole per scomparire velocemente come sono comparsi. Ma questa è la loro bellezza. Nell'attimo fuggente, nella natura effimera del fenomeno.
I diamanti sono pezzi di iceberg di varie dimensioni (o, più semplicemente, grandi pezzi di ghiaccio) che devono fare molta strada prima di diventare diamanti su una spiaggia di diamanti.
In primo luogo, creano un gigantesco e più grande ghiacciaio in Islanda Vatnajökulle quando si staccano da esso sotto forma di ghiaccio, vanno alla deriva a lungo come iceberg, intrappolati all'interno di una laguna glaciale jokulsarlon.
Alla deriva si sciolgono lentamente, e quando sono abbastanza piccoli da inserirsi nell'istmo che collega la laguna glaciale con le acque del mare, si avviano liberi, verso l'ampio mare.
La libertà, tuttavia, è di breve durata. Le onde del mare spingono a terra gli iceberg rilasciati.

Il processo che ho descritto è perfettamente visibile sulle foto satellitari su Google Maps.
Mi sono permesso di postare alcuni screenshot che illustrano perfettamente il tutto.

Laguna di Jökulsárlón. Pezzi di ghiaccio rompono la parte anteriore del ghiacciaio e si spostano attraverso la laguna verso il mare
fonte foto: Google Maps

Questa foto mostra l'intera laguna glaciale di Jökulsárlón. Nell'angolo in alto a sinistra c'è la lingua del ghiacciaio Vatnajökull. Dal suo bordo (1) gli iceberg si staccano e poi scivolano lungo la laguna lungo la superficie dell'acqua, come indicato dalle frecce; Le montagne confluiscono in uno stretto istmo (2) e si accalcano lì, aspettando il momento in cui possono attraversare l'istmo. Dopo aver attraversato l'istmo, escono in mare aperto, e le onde del mare li spingono indietro e li ributtano a terra (3).

Il bordo del ghiacciaio dove gli iceberg si staccano e iniziano il loro viaggio verso il mare
fonte foto: Google Maps

Sopra puoi vedere un frammento ingrandito del bordo del ghiacciaio da cui si staccano gli iceberg e diversi iceberg che si spostano sulla superficie della laguna.

Ingresso all'istmo dove si accumulano gli iceberg
fonte foto: Google Maps

L'immagine sopra mostra perfettamente la coda in cui gli iceberg aspettano prima di attraversare l'istmo verso l'alto mare. Va detto che l'istmo è piuttosto affollato 🙂

Il mare non permette agli iceberg di navigare in alto mare
fonte foto: Google Maps

E l'ultima foto satellitare. Gli iceberg hanno poche possibilità di irrompere in alto mare. Le onde del mare lanciano billette di ghiaccio su una spiaggia nera.

Cimitero Iceberg

Sulla spiaggia nera si accumulano frammenti piccoli e piuttosto grandi di iceberg trascinati a riva dalle onde pulsanti del mare.
Il ghiaccio glaciale è bellissimo. Cristallino e trasparente. Alla luce del giorno, luccica e scintilla. Riflette alcuni raggi di luce, altri gli permette di attraversare se stesso senza opporre alcuna resistenza. I frammenti di ghiaccio lucenti sembrano davvero diamanti giganti. Il contrasto che creano con l'oscurità della spiaggia ne sottolinea ulteriormente il carattere vitreo e luminoso.
Tutto sembra delizioso e la consapevolezza che qui, davanti ai nostri occhi, pezzi di un ghiacciaio, questo apparentemente permafrost, terminano il loro viaggio millenario o anche più lungo, aggiunge uno scenario drammatico.
Siamo nel cimitero dove gli ultimi, più persistenti frammenti del permafrost glaciale stanno giungendo alla fine del loro viaggio. Muoiono sotto i raggi del sole, sciogliendosi e risplendendo di un bagliore che non hanno mai brillato prima. Ci deliziano e soddisfano i nostri occhi. Creano uno spettacolo senza fine. Bagnate dalle onde del mare, mescolano la dolcezza dell'acqua di cui sono fatte con la salsedine del mare. Stanno lentamente scomparendo dalla nostra vista, ma presto verranno sostituiti da nuovi frammenti del ghiacciaio in arrivo.

Il ghiaccio del ghiacciaio è davvero bello, Diamond Beach, Islanda
Diamanti di ghiaccio sulla spiaggia. In estate ce ne sono decisamente meno, come si può vedere nella foto.

Visitando la spiaggia dei diamanti

La spiaggia dei diamanti sembra più bella in autunno, inverno e all'inizio della primavera, quando i detriti sono più abbondanti. Quindi il ghiaccio non si scioglie così velocemente come in estate e innumerevoli diamanti si accumulano sulla spiaggia. A volte ce ne sono così tanti che è difficile arrivare in riva al mare. All'alba o al tramonto, la vista è travolgente quando i diamanti di ghiaccio brillano attraverso la luce solare colorata.
A proposito, non consiglio di camminare fino alla linea di galleggiamento, perché qui le onde del mare sono molto difficili. La maggior parte finisce più o meno nello stesso posto, ma ogni poche onde ce n'è una che arriva a pochi o anche diversi metri di distanza. È incomparabilmente più grande dei precedenti e ha così tanta energia da poter portare con sé pezzi di ghiaccio davvero grandi. Stare nel suo raggio d'azione è davvero pericoloso. Colpire un grosso pezzo di ghiaccio può essere spiacevole e pericoloso.
Una volta che l'onda colpisce la terraferma, a volte porta con sé grossi pezzi di ghiaccio sulla via del ritorno. A proposito, è persino in grado di prendere un uomo.
Avverto e osservo. Soprattutto in inverno. Ammira e goditi il ​​fascino della spiaggia dei diamanti, ma controlla costantemente le onde con un occhio e non correre rischi eccessivi.

Diamanti di ghiaccio sulla spiaggia, Islanda

Le spiagge dei diamanti sono più spesso visitate contemporaneamente alla laguna glaciale di Jökulsarlon, ma il viaggio (se hai tempo libero e viaggi liberamente, ad esempio noleggiando un'auto) merita una visita al lago glaciale Fjallsarlón, a soli 10 km di distanza . È decisamente più piccolo del Jökulsarlon, ma grazie a questo puoi avvicinarti molto alla parete del ghiacciaio e vederlo davvero nei dettagli.

Parcheggio

Il parcheggio della spiaggia dei diamanti si trova a pochi metri dalla strada principale n.1. C'è un'uscita stretta per il parcheggio e vale la pena rallentare un po' prima per non superare l'uscita.
C'è anche un parcheggio leggermente più grande nelle vicinanze per il traffico turistico presso la laguna glaciale di Jökulsarlon.
Non ha senso guidare tra questi parcheggi quando si visitano entrambe le attrazioni. Sono così vicini che vale la pena fare quei pochi passi in piedi. Il sentiero corre lungo l'istmo attraverso il quale l'acqua e gli iceberg fortemente sciolti defluiscono verso il mare aperto.
Se non ci sono posti liberi nel parcheggio della spiaggia dei diamanti, puoi andare al parcheggio della laguna glaciale.
Di seguito trovi le coordinate di entrambi i parcheggi.

Parcheggiare alla Spiaggia dei Diamanti, Coordinate GPS:
64°02’43.3″N 16°10’38.0″W
64.045372, -16.177231 - fare clic e instradare

Parcheggio alla laguna glaciale di Jökulsarlon, Coordinate GPS:
64°02’52.9″N 16°10’48.8″W
64.048027, -16.180211 - fare clic e instradare

L'istmo tra la laguna di ghiaccio e il mare… niente scorre attraverso di esso

Sistemazione vicino alla Spiaggia dei Diamanti

La parte dell'Islanda dove si trova la Diamond Beach è una di quelle che, data la sua lontananza dalla capitale, sono le meno visitate dai turisti. Se sei arrivato qui, avrai sicuramente bisogno di un pernottamento.
Così ho preparato un apposito link, grazie al quale i risultati della ricerca vengono ordinati in base alla distanza dell'hotel dal Diamond Beach. Più vai avanti, più bassi sono i risultati della ricerca. Basta fare clic e cerca un alloggio nelle vicinanze della Diamond Beach - [click]

Inoltre, di seguito troverai alcune interessanti e specifiche proposte di alloggio che ho trovato.

Reynivellir II - [clicca]

Affittacamere Gerdi - [clicca]

Affittacamere Skyrhúsid - [clicca]

Itinerario turistico dell'Islanda

La voce che stai leggendo è un elemento preparato da me Programma turistico dell'Islanda. Molto probabilmente, tutto ciò di cui hai bisogno per prepararti per il tuo viaggio in Islanda può essere trovato in questa voce. Meteo, alloggio, noleggio auto, attrazioni turistiche e una mappa di un viaggio in Islanda ... tutto in un unico posto: Islanda - mappa e piano delle visite turistiche, attrazioni turistiche, escursioni, i luoghi più belli - [clicca]. Assicurati di leggere!
5/5 - (70 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *