Bari - attrazioni, visite turistiche, mappa, hotel, alloggi. Guida.

Bari è come una cipolla: ha strati

Abbiamo conosciuto Bari a rate. Le compagnie aeree lo decisero. Gli orari di arrivo a Bari sono stati concordati in modo che il giorno di arrivo avessimo il tempo di vedere solo una piccola parte della città e solo nelle immediate vicinanze dell'hotel. La mattina dopo ci siamo spostati ulteriormente verso la penisola del Gargano e siamo tornati a Bari due giorni dopo per una vera visita turistica.
Lo menziono perché è stata questa combinazione di eventi a creare una situazione divertente e mi ha dato l'idea di paragonare Bari a una cipolla a strati (chi ha guardato Shrek lo sa).

Primo strato - Distretto di Picone

Come ho già detto, la nostra prima impressione di Bari viene dalla vicinanza dell'hotel. Siamo arrivati ​​nel tardo pomeriggio. Poi abbiamo ritirato l'auto presso la società di noleggio (che richiede sempre un po 'di tempo) e dall'aeroporto ci siamo diretti direttamente in hotel. Parcheggiare a Bari purtroppo non è facile, quindi prima di riuscire a trovare un posto libero abbiamo girovagato un po '.
Allora sono curioso dei nostri volti. La città che abbiamo visto fuori dai finestrini dell'auto era come un "quartiere proibito". Strade squallide, finestre offuscate da graffiti dubbi, immondizia che sparge per le strade, bancarelle e tavoli simili a quelli dei giochi illegali a tre carte o ai dadi ...
Mi è venuto in mente che era positivo aver deciso di assicurare completamente la mia auto presso la compagnia di noleggio.
Dopo venti minuti di cammino per la città, ho finalmente trovato un pezzo di asfalto libero, sul quale ho (non del tutto legalmente) lasciato l'auto mentre facevo il check-in in albergo.
Il proprietario della camera d'albergo in cui abbiamo alloggiato, mi ha subito chiesto la possibilità di un parcheggio sicuro e si è scoperto che non c'era nessun problema. Una telefonata e nel prezzo della camera, senza alcun costo aggiuntivo, abbiamo ottenuto un posto in un vicino parcheggio custodito XNUMX ore su XNUMX. Dopo un rapido check-in, sono andato al parcheggio. Un simpatico signore che gestisce il parcheggio mi ha preso le chiavi della macchina e ha annunciato che avrebbe parcheggiato lui stesso, perché il parcheggio è talmente stretto che parcheggiano le auto una accanto all'altra, senza possibilità di uscita libera. Per partire con una macchina bisogna metterne da parte altre tre che bloccano l'uscita. Pertanto, le chiavi dell'auto devono essere al servizio di parcheggio per tutta la durata della sosta. Potranno quindi spostare la mia macchina, quando sarà necessario rimuovere altre che la mia macchina ha bloccato.
Alla fine ho chiesto solo timidamente se avrei ricevuto una nota, una ricevuta che confermava che l'auto era stata lasciata nel parcheggio. Il Signore ha annunciato con gioia che tutto andava bene, la ricevuta non era necessaria e che avrei potuto facilmente andarmene ... in una parola, tutto sarebbe andato bene.
Ritornando in albergo, ho dovuto attraversare un pezzo di "quartiere proibito". La mia testa era piena di pensieri, dubbi, dilemmi: e se al mattino non ci fosse la macchina? Non ho alcuna prova di aver lasciato lì un'auto. Stavo già preparando la battaglia mattutina nella mia testa, mi stavo già chiedendo cosa e dove riferire, dove chiamare in relazione alla morte dell'auto ...
Perso in pensieri neri, tornai in albergo, passando per i ladri di strada locali, tra bancarelle e tavoli, che però non erano usati per il gioco d'azzardo. Alcuni di loro erano invenzioni cinesi in vendita, schifezze ovunque. Il resto erano principalmente libri usati e annuari di vecchi giornali per la rivendita. Istintivamente, mi sono rivolto alla porta d'ingresso di un negozio di alimentari locale delle dimensioni di due grandi "Rane". Gli interni non vengono rinnovati da 20 anni, ma il set di formaggi, salumi e frutta acquistati per cena e colazione si è rivelato geniale.
Lentamente, pensieroso, evitando la spazzatura stesa sul marciapiede e ammirando le imbrattature che ricoprivano i muri e le vetrine dei negozi che passavo, raggiunsi la mia camera d'albergo.
Seduto sul letto dell'hotel, mi sono reso conto che, nonostante tutte queste circostanze, non sentivo nessuna minaccia, nessuna ansia mentre camminavo per strada. Il quartiere proibito non ha suscitato in me emozioni negative. Più come curiosità.
La mattina, quando siamo andati a ritirare la macchina, i marciapiedi erano puliti, le bancarelle erano ancora chiuse, il passaggio era libero da commercianti loquaci e una scorta di prodotti freschi veniva scaricata davanti alla drogheria. La sera i marciapiedi saranno di nuovo pieni di spazzatura.
Il signore nel parcheggio ci ha accolto con un sorriso e dopo pochi istanti, avendo spostato altre quattro auto prima, ci ha dato la nostra macchina. Come aveva detto il giorno prima: andava tutto bene.
Abbiamo continuato il nostro viaggio da Bari, ma saremmo dovuti tornare tra due giorni. Fu allora che avrebbe avuto luogo un vero e proprio tour della città. Mi chiedevo quale città vedremo allora? Com'è davvero Bari?
Finora abbiamo avuto modo di conoscere un tipico quartiere residenziale, privo di attrattive, non turistico, nuovo e allo stesso tempo trascurato come la maggior parte delle città fuori dal centro cittadino. Quartiere Picone.

La mattina a Picone il marciapiede è ancora pulito. La sera sarà un po 'diverso. Bari, Italia.

Secondo strato: una nuova città - Bari Nuova

Dopo due giorni sulla penisola del Gargano, siamo tornati a Bari. Ora stava per iniziare il vero giro della città. Abbiamo scelto di nuovo lo stesso hotel a Picone per la notte. Ci abbiamo dormito bene e il "quartiere proibito" è già stato da noi domato e non ha suscitato emozioni come al primo contatto. Abbiamo anche provato una leggera predilezione per questo pasticcio di strada. Di nuovo, sono andato alla drogheria non finita, dove la signora al banco del formaggio ha pescato una palla di mozzarella dal sapore folle dalla botte per me.
La mappa mostrava che l'hotel si trovava proprio accanto all'ingresso principale della stazione ferroviaria e il quartiere Bari Nuova inizia dall'altra parte della stazione. Per arrivare a Bari Nuova bastava lasciare l'albergo ed entrare nel sottopasso che porta al "quartiere nuovo". A causa della ristrutturazione e ricostruzione in corso, l'altro lato della stazione era ancora un mistero per noi. La vista in quella direzione era bloccata da alte recinzioni a protezione del cantiere. Così siamo entrati nel sottopasso dal lato del "quartiere proibito", e siamo usciti dall'altra parte in…. Milano! Siamo rimasti senza parole. È stato uno shock. La sensazione era come se improvvisamente ci fossimo teletrasportati in un'altra realtà. Strade ampie e illuminate, case popolari alte, ben tenute, sontuose e decorate. Una passeggiata ampia e levigata con palme e lucenti, scintillanti di un fascio di luci, vetrine dei marchi più costosi al mondo ... abbiamo percorso solo pochi passi attraverso il passaggio sotterraneo.

Palazzo Mincuzzi sulla via pedonale di Bari Nuevo.

La città in questa parte è piena di sfarzo e ricchezza. Può facilmente competere nella parte più lussuosa della capitale della moda: Milano. È bello, pulito e ti trascina lungo una comoda passeggiata nei suoi sontuosi interni. Passata la prima scossa, ci siamo subito lasciati trasportare dal vicolo pedonale e ci ha fatto piacere conoscere un volto così diverso di Bari.
Tuttavia, questa non è stata la fine di piacevoli sorprese.

Terzo strato: il centro storico - La Città Vecchia

Percorrendo la principale via pedonale della nuova città di Bari Nuova, si arriva finalmente all'incrocio con Corso Vittorio Emanuele. È il confine tra la nuova e la vecchia città.
Spostarsi dall'altra parte di Corso Vittorio Emanuele è come un viaggio indietro nel tempo di diversi o diversi secoli indietro. Ecco un cancello distintivo che ti apre una Bari completamente diversa, ancora una volta unica.

Corso Vittorio Emanuele separa la parte vecchia di Bari dalla nuova.

Appena fuori dal cancello, le strade diventano molto strette e tortuose. Lo spazio che era una monetina una dozzina si restringe, si restringe e hai l'impressione che a volte dovrai piegarti o tirare dentro lo stomaco per andare avanti. Tuttavia, la sensazione di mancanza di spazio si attenua rapidamente e il termine "stretto" non si adatta alla descrizione. La parola "accogliente" si riflette molto meglio nello spirito della città vecchia. Il centro storico di Bari è come una casa. Profuma di pane cotto, bucato fresco, porte e finestre aperte, lampade poco illuminate, il suono della TV e il trambusto serale. La parola "privacy" nella vecchia Bari sembra non esistere. Le porte d'ingresso non sono chiuse qui, le finestre non sono chiuse qui, le tende e le tende non sono chiuse. Passeggiando per il centro storico, guarderai anche dentro molte case. Guardi la padrona di casa che "incolla le tagliatelle" dall'impasto nella cucina a vista (queste sono le caratteristiche "orecchiette"). Probabilmente ti sorriderà e annuirà con la testa, perché Bari non è ancora affollata. La gente del posto non è ancora stanca dei nuovi arrivati.

Se non hai mangiato da Maria, non puoi dire di essere stato a Bari.

A volte dovrai spremere oltre lo scaffale con il bucato appena appeso o passare sotto le corde di cui gocciola ancora leggermente. A volte un getto d'acqua fuoriesce dalla porta di casa da sotto la biancheria appena fatta, direttamente sulla strada asfaltata. Dopo un po 'apparirà la padrona di casa e userà una scopa per spalmare l'acqua, lavando via la polvere dell'intera giornata dal pavimento. Pertanto, il piacevole aroma dell'acqua saponosa riempirà la strada per molto tempo. Di tanto in tanto il silenzio e l'odore delle strade del centro storico saranno disturbati dai gas di scarico e dal rombo del motore di uno scooter in arrivo. Fortunatamente molti scooter hanno già una trazione elettrica, quindi il silenzio e l'odore sono raramente disturbati.
La sera, strade accoglienti saranno illuminate da lanterne non troppo luminose sorrette dalla luce di onnipresenti cappelle, incassate nei muri ove possibile.
È un grande piacere immergersi nella parte vecchia di Bari, non importa quanto tempo trascorri qui. Ti mancherà questo posto per sempre.

Un attimo fa la signora ha spruzzato acqua saponosa e sta solo spazzolando il pavimento con una scopa, lavando via la polvere tutto il giorno davanti alla casa.
Una delle tante cappelle per le strade di Bari.
Una delle tante strade, e alla fine (se guardi da vicino) ... una cappella.

Bari - mappa e visite turistiche

Per una più facile comprensione della topografia della città, di seguito è riportata una mappa che illustra i tre strati che ho descritto sopra. Ho anche segnato la posizione del nostro alloggio sulla mappa.

Strati a Bari.

Picone

Nel caso del primo strato (quartiere Picone) è piuttosto difficile parlare di turismo. È solo una parte tipica e poco curata di una città italiana. Grazie alla sua posizione e ai prezzi molto interessanti di alloggio, è adatto come una tipica base di alloggio, dove si torna solo a dormire. Puoi camminare dal centro storico in 15 minuti. Questo è esattamente il modo in cui abbiamo trattato il nostro pernottamento qui. Siamo stati fuori dall'hotel tutto il giorno, passeggiando, visitando la città, mangiando e godendoci tutte le attrazioni della città, e siamo tornati in camera solo per dormire. Se non vuoi spendere molto per un alloggio nella parte vecchia o nuova di Bari, vale la pena considerare questa opzione. Maggiori informazioni sulla nostra sistemazione saranno fornite più avanti nel testo.

BariNuova

Il secondo strato (Bari Nuova) è una parte nuova della città. Fu istituito alla fine dell'Ottocento per iniziativa di Gioacchino Murat, sovrano del Regno di Sicilia, intronizzato dallo stesso Napoleone. Bari Nuova è molto facile da visitare in quanto è incentrata sulla strada pedonale (Via Sparano da Bari) che ha la forma di una linea retta che collega la stazione ferroviaria con il centro storico. Su entrambi i lati del lungomare c'è una rete rettangolare di strade in cui è difficile perdersi. Il simbolo di questo quartiere è Palazzo Mincuzzi. Un edificio eccezionalmente bello e magnifico, coronato da una cupola e una sfera, interamente ricoperto da piastrelle di vetro lunghe un centimetro rivestite con lamina d'oro.
Come curiosità, vorrei aggiungere che all'altezza di Bari Nuova c'è il quartiere Madonnell. È stata fondata nei primi trent'anni del XX secolo. Alcuni degli edifici costruiti in questo quartiere sono straordinariamente grandi, austeri, pesanti e rigidi, persino autoritari. Non è una coincidenza. Per ordine del regime fascista, si propone (o meglio, un ordine) di costruire una parte nuova della città, secondo i principi dell'architettura fascista. Doveva cambiare l'immagine della città e adattare il suo aspetto alle esigenze fasciste. Ciò ha portato alla creazione di diversi enormi edifici pubblici e un'impressionante passeggiata lungo la riva del mare. La maggior parte di loro ha mantenuto la sua forma originale oggi.

Quartieri selezionati e ubicazione della principale via pedonale nel nuovo quartiere barese.
L'inizio della passeggiata alla stazione dei treni

Coordinate GPS:
41°07’08.1″N 16°52’12.0″E
41.118903, 16.870004 - fare clic e instradare

Palazzo Mincuzzi

Coordinate GPS:
41°07’23.9″N 16°52’10.1″E
41.123315, 16.869479 - fare clic e instradare

Corso Vittorio Emanuele Street

Questo è il confine tra la vecchia e la nuova città.

Coordinate GPS:
41°07’34.2″N 16°52’09.7″E
41.126162, 16.869366 - fare clic e instradare

Quartiere Madonnell con architettura fascista

Se sei interessato a conoscere questa caratteristica architettura, è meglio fare un giro lungo la strada in riva al mare. Gli edifici si trovano in una strada che costeggia il mare, in entrambe le direzioni dal punto GPS da me fornito.

Coordinate GPS:
41°07’15.5″N 16°53’02.2″E
41.120963, 16.883953 - fare clic e instradare

La Città Vecchia

Il terzo livello (La Città Vecchia) è la città vecchia. È qui che probabilmente trascorrerai la maggior parte del tempo. Ci sono alcuni posti da non perdere qui. Di seguito è possibile trovare l'elenco con brevi descrizioni e una mappa che mostra la loro posizione. Una passeggiata tra questi punti in qualsiasi ordine vi permetterà di conoscere bene tutto il centro storico.
La storia di Bari è molto lunga, risale al 180 a.C. È sempre stata un importante scalo marittimo e ne ha beneficiato. Per la sua posizione strategica, la città, essendo un boccone gustoso, passò di mano molte volte.
Nell'XI-XII secolo la città era un punto di ritrovo per le crociate cavalleresche.
Durante la seconda guerra mondiale, a Bari si svolse un evento, ancora conosciuto come il "Piccolo porto delle perle". Il 2 dicembre 1943, l'aviazione tedesca fece irruzione sulle navi alleate di stanza nel porto. In 20 minuti, i tedeschi affondarono 28 navi e uccisero circa 2000 persone, inclusi molti civili.

Mappa del centro storico di Bari con descrizione di attrazioni, hotel e parcheggi. I numeri sulla mappa corrispondono ai numeri nella descrizione sotto.
1. Il cancello in Strada S. Giuseppe

Coordinate GPS:
41°07’36.8″N 16°52’09.0″E
41.126898, 16.869173 - fare clic e instradare

Una caratteristica porta all'inizio di Strada S. Giuseppe, che immette nelle viuzze del centro storico. Un buon punto di partenza per una passeggiata.

Una porta caratteristica, e alle sue spalle i vicoli di Bari.
2. Piazza Mercantile

Coordinate GPS:
41°07’41.6″N 16°52’19.5″E
41.128224, 16.872085 - fare clic e instradare

Piazza Mercantile era un tempo il centro del commercio di Bari. Oggi è il punto più importante della vita serale con innumerevoli ristoranti che si estendono per le vie limitrofe ben oltre la piazza. È qui che si concentra la vita culinaria serale e notturna della città.

Via Re Manferdi è un vicolo cieco da Piazza Mercantile, completamente coperto da ristoranti. Il colore che preferisci. Siediti, ordina e goditi la vita! Sotto Coordinate GPS dell'inizio della strada:
41°07’41.2″N 16°52’20.0″E
41.128119, 16.872223 - fare clic e instradare

3. Lungomare Imperatore Augusto

Coordinate GPS:
41°07’49.9″N 16°52’17.0″E
41.130539, 16.871386 - fare clic e instradare

È una strada lungo la quale si estende l'imponente lungomare. Ha un aspetto migliore la sera, quando si accendono le infinite file di luci.

Le luci si accendono lentamente. La foto mostra un piccolo frammento del lungomare.
4. Santa Maria del Buon Consiglio

Coordinate GPS:
41°07’54.1″N 16°52’12.9″E
41.131687, 16.870245 - fare clic e instradare

Questa chiesa è stata distrutta da ... lavori di conservazione. Ebbene, negli anni '30, probabilmente sotto la pressione della lobby fascista, a qualcuno venne l'idea di "svelare il lato romanico della città", che doveva essere nascosto negli strati delle fondamenta della chiesa. Pertanto, furono intrapresi lavori di restauro di demolizione e per quanto possiamo vedere oggi, la chiesa del X-XII secolo è rimasta.

Il lavoro dei conservatori non ha fatto bene a questo tempio.
5. St. Nicholas

Coordinate GPS:
41°07’49.9″N 16°52’10.7″E
41.130521, 16.869644 - fare clic e instradare

St. Nicholas è un edificio romanico potente e austero. È stato creato per diventare il luogo di riposo delle reliquie di S. Nicholas, esattamente quello che ci accompagna durante il Natale. La figura contemporanea di S. Nicholas, noto dalla cultura comune, ha poco a che fare con l'aspetto del vero St. Nicholas.
St. Nicholas of Myra, noto anche come St. Nicola di Bari è un santo in due chiese: cattolica e ortodossa. Visse a cavallo tra il III e il IV secolo, famoso per aiutare i poveri e i bisognosi. Per secoli è stato uno dei santi più venerati in entrambe le chiese. Non c'è da stupirsi che tutti volessero le sue reliquie. Averli ha garantito un flusso costante di pellegrini, che ovviamente si è tradotto in finanze. Inoltre, i resti di S. Nicholas avrebbe dovuto fare miracoli e garantire la felicità. Furono così trafugati da Mira e portati a Bari dai Normanni nel 1087. La costruzione della basilica iniziò due anni dopo.
Le reliquie di un santo così importante meritavano un luogo di riposo speciale, così fu costruita una basilica, la cui dimensione è rispettata fino ad oggi. L'ex patrono della città, San Sabrin, dovette cedere il posto a San Nicola, che rimane fino ad oggi il santo patrono della città.
Nella Basilica di S. Nicholas ha un'altra figura, molto importante per i polacchi: Queen Bona.
Bona Sforza d'Aragona, proveniente dalla famiglia Sforza di Milano, è arrivato in Polonia da Bari. Ha avuto un impatto significativo sulla vita politica e sulla cultura del nostro paese. Grazie ad esso, pasta, pomodori, cavolfiori, carciofi, fagiolini, broccoli, cavoli, carote, lattuga, spinaci e le sue radici preferite sono apparse sulle nostre tavole. Dopo la morte del marito, Zygmunt Stary, la sua influenza è stata emarginata e il conflitto con suo figlio, Zygmunt August, l'ha finalmente spinta a tornare a Bari. Un anno dopo il suo ritorno a Bari, viene avvelenata da uno dei suoi fidati cortigiani: Jan Wawrzyniec Pappacoda. L'omicidio fu avviato dagli Asburgo, che nello stesso tempo forgiarono il testamento di Bona, grazie al quale ottennero dei benefici molto importanti, rilevando numerosi beni.
Le proprietà sequestrate, nonostante gli sforzi della parte polacca, non sono mai tornate ai legittimi proprietari.
La lapide della regina si trova all'interno della cattedrale.

St. Nicholas è un pezzo di costruzione. L'ampia e ampia facciata non è tutto. Ci vuole del tempo per camminare lungo il bordo sinistro fino alla fine dell'edificio.
6. Cattedrale di San Sabino

Coordinate GPS:
41°07’42.8″N 16°52’07.3″E
41.128565, 16.868702 - fare clic e instradare

St. Sabrin era il santo patrono di Bari prima che le reliquie di S. Nicholas. Dopo di che, ha dovuto lasciare il posto a St. Nicholas, che è il patrono della città fino ad oggi. La cattedrale fu costruita alla fine del XII secolo, e al suo interno vale la pena prestare particolare attenzione al soffitto in legno, che è sopravvissuto fino ad oggi in perfette condizioni.

Cattedrale di San Sabino con soffitto ligneo perfettamente conservato.
7. Castello Normanno-Svevo

Coordinate GPS:
41°07’39.7″N 16°51’59.9″E
41.127694, 16.866651 - fare clic e instradare

Castello Normano-Svevo è il castello da cui Bona Sforza partì per la Polonia per diventare la regina del nostro paese. Dopo la morte di suo marito, il re Sigismondo il Vecchio, è tornata di nuovo da lui. Dopo un anno a Bari, è stata avvelenata dal suo stesso cortigiano e qui ha concluso prematuramente la sua vita.
Il castello fu probabilmente costruito nel 1132 e 24 anni dopo fu distrutto dal re di Sicilia Guglielmo I. Nel 1233 fu ricostruito e rafforzato da Federico II. Successivamente fu ceduto a Bona, la regina di Polonia, e dopo la sua morte fu trasformato in prigione e caserma.
È un castello unico in termini di architettura. Mi ha fatto una grande impressione. La sua forma è estremamente moderna anche per i giorni nostri. Basta guardare la foto in basso e immaginare un edificio identico nella forma, ma realizzato con materiali moderni, contemporanei, con molto vetro.
È sorprendente che una forma così insolita sia stata creata nel Medioevo. Ti consiglio vivamente di ammirarlo la sera, con illuminazione artificiale.

Castello Normano-Svevo. Un castello medievale dalla forma eccezionalmente moderna.

Come viaggiare a Bari

Ho già descritto l'argomento su come arrivare a Bari e come cercare voli economici per questa città nel post in cui ho presentato il piano per visitare la Puglia. Bari è stato il principale punto di partenza di questo piano. Consiglio questa voce, soprattutto perché troverai molte altre attrazioni che vale la pena vedere nei dintorni di Bari. Leggere: Una guida alla Puglia.

Noleggio auto a Bari

Noleggiare un'auto non è semplice perché comporta l'analisi di tante offerte. La maggior parte delle offerte di autonoleggio sono semplicemente poco attraenti o contengono voci di clienti sfavorevoli. Ho analizzato in dettaglio la questione, ho scelto l'affare migliore e poi ho noleggiato un'auto a Bari secondo la mia scelta.
Una descrizione dell'intero processo dalla selezione di un'offerta, prenotazione, ritiro e restituzione dell'auto con le copie dei documenti pertinenti è inclusa in una voce separata.
Probabilmente non troverai una voce più specifica e fattuale, quindi ti consiglio: Bari - noleggio auto senza carta di credito e cauzione?

Parcheggio a Bari

Parcheggiare a Bari è una vera sfida. Non c'è abbondanza di parcheggi in città, quindi se non si dispone dello spazio garantito dall'hotel, potrebbe volerci del tempo per cercare un pezzo di asfalto libero. Quindi suggerisco di prenotare un hotel che ti permetta di riservare un posto auto.
Di seguito fornisco alcune indicazioni all'interno del centro città, ma non vi è alcuna garanzia che ci saranno posti vacanti lì. Ho segnato l'ubicazione dei parcheggi sulla mappa di Bari.

Parcheggio P1 dalla strada, lungo la passeggiata al Lungomare Imperatore Augusto, GPS:
41°07’57.0″N 16°52’17.9″E
41.132507, 16.871625 - fare clic e instradare

Parcheggio P2 nelle vicinanze del castello Castello Normano-Svevo, GPS:
41°07’47.5″N 16°52’04.4″E
41.129847, 16.867878 - fare clic e instradare

Parcheggio P3 nelle vicinanze di Corso Vittorio Emanuele, GPS:
41°07’32.5″N 16°52’16.1″E
41.125703, 16.871140 - fare clic e instradare

Soggiorni a Bari

Abbiamo scelto volutamente l'alloggio a Bari fuori dal centro città. Principalmente a causa mia. Sapevo che è difficile trovare un parcheggio a Bari, e questa è probabilmente l'unica cosa che non mi piace quando viaggio. Anche se "non mi piace" è un eufemismo.
Quindi abbiamo cercato principalmente una sistemazione in cui fosse possibile garantire un posto auto vicino all'hotel. A proposito, si è scoperto che gli alloggi fuori dal centro città sono notevolmente più economici e la distanza dal centro storico è di circa 15 minuti a piedi attraverso i quartieri che volevamo visitare comunque. In pratica, perderei più tempo a cercare un parcheggio gratuito di quanto ci sia voluto per andare dall'hotel al centro città.
Tuttavia, se si decide di pernottare nel centro storico, è bene sapere che non è possibile raggiungere la struttura ricettiva in auto entro i suoi limiti. È solo che le strade sono così strette che l'auto non va bene. Dovrai prima cercare un parcheggio gratuito in zona e poi raggiungere l'hotel con i bagagli in mano.
Di seguito troverai informazioni dettagliate sui nostri alloggi e su alcuni altri che trovo interessanti.
Anche se non segui i miei suggerimenti, sarà un buon punto di partenza per cercare il tuo che ti si addice meglio.

Il nostro alloggio - Interno2 Bari Centrale - [click]

La struttura si trova nelle immediate vicinanze della stazione dei treni (a circa 100 mt dall'uscita del passaggio sotterraneo sotto la stazione per l'hotel). Se non noleggi un'auto in aeroporto, la posizione può essere molto comoda: sali sul treno in aeroporto e scendi in hotel.
Per 3 notti per due persone abbiamo pagato PLN 475 (ovvero PLN 158 a notte per due persone). Questo prezzo includeva anche un parcheggio custodito (!!!) per la nostra auto, per l'intero soggiorno (parcheggiando in strada si dovrebbe pagare circa 1 euro l'ora). La nostra prenotazione era a febbraio quindi era bassa stagione. In alta stagione i prezzi saranno decisamente più alti.

Una copia della nostra prenotazione da Booking.com

L'aspetto della stanza era esattamente come nelle foto Booking.com.
Se fossi rimasto di nuovo a Bari e l'offerta fosse ancora così allettante, avrei scelto di nuovo questo posto senza esitazione.

B&B 62 Marinai - [clicca]

Pernottamento nella parte storica del centro storico di Bari, nelle immediate vicinanze della Cattedrale di S. Nicholas (contrassegnato come H1 sulla mappa). La struttura non è accessibile con l'auto. L'offerta include laconiche informazioni sul fatto che c'è un parcheggio accanto all'hotel, ma se approfondisci la descrizione, scoprirai che si tratta di un "parcheggio pubblico nelle strade limitrofe", pagato 1 euro l'ora. In pratica, dovrai cercare un posto libero lungo la strada del lungomare. Indipendentemente da ciò, gli ospiti apprezzano questa posizione, grazie alla sua posizione in una delle parti più belle della città vecchia.

Atipico B&B - [clic]

La struttura si trova nella parte storica del centro storico nelle immediate vicinanze del Castello Normano-Svevo e della Basilica di S. Sabina (contrassegnato come H2 sulla mappa). È una parte molto bella della città vecchia e un ottimo posto per passeggiare a qualsiasi ora del giorno o della notte. Molto vicino (meno di 100m dall'alloggio) c'è un enorme parcheggio pubblico (per Bari) (pagato 1 euro l'ora), che è un grande vantaggio in caso di problemi con il parcheggio a Bari. La struttura è molto apprezzata dagli ospiti.

Central Station House-White Room - [clic]

Confortevole e spazioso appartamento di alto livello situato (come il nostro hotel) vicino alla stazione dei treni, ma in questo lato più bello, coccolato e luminoso della città. Allo stesso tempo, il prezzo dell'appartamento è molto interessante. Una proposta davvero da considerare.

4.9/5 - (254 voti)

Importante per me!

Dai una buona valutazione all'articolo (5 stelle benvenute 😀)!
È gratis, a per me è molto importante! Il blog vive di visite e quindi ha la possibilità di svilupparsi. Per favore fallo E grazie in anticipo!

Se ti piacciono le mie guide, troverai sicuramente utile quella che ho creato catalogo guide - [clicca]. Lì troverai idee già pronte per i tuoi prossimi viaggi, descrizioni di altre destinazioni turistiche e un elenco alfabetico di guide suddivise per paesi, città, isole e regioni geografiche.

Posto anche io link al profilo Facebook - [clicca]. Entra e premi "Orologio"allora non ti perderai nuovi post stimolanti.

A meno che tu non preferisca Instagram. Non sono un demone dei social, ma puoi sempre contare su qualcosa di bello da vedere il mio profilo instagram - [clicca]. Il profilo è stato appena creato, quindi per ora sta morendo di famea causa della mancanza di follower. È felice di ricevere qualsiasi osservatore che lo nutre con il suo amore.

Metto a disposizione i contenuti che creo gratuitamente con copyright e il blog sopravvive grazie alla pubblicità e alla cooperazione di affiliazione. Pertanto, gli annunci automatici verranno visualizzati nel contenuto degli articoli e alcuni collegamenti sono collegamenti di affiliazione. Ciò non ha alcun effetto sul prezzo finale del servizio o del prodotto, ma potrei guadagnare una commissione per la visualizzazione di annunci o l'utilizzo di determinati collegamenti. Raccomando solo servizi e prodotti che trovo buoni e utili. Dall'inizio del blog, non ho pubblicato alcun articolo sponsorizzato.

Alcuni dei lettori che hanno trovato le informazioni qui molto utili, a volte mi chiedono come puoi sostenere il blog? Non gestisco raccolte fondi o programmi di supporto (tipo: patronite, zrzutka o "compra caffè"). Il modo migliore è usare i link. Non ti costa nulla e il supporto per il blog si autogenera.

Pozdrawiam




3 commenti su "Bari - attrazioni, visite turistiche, mappa, hotel, alloggi. Guida."

  • o
    Collegamento diretto

    Ciao da Bari, 16 ottobre 2023. Ho trovato il tuo blog online mentre esaminavo le opzioni e seguendo il tuo esempio abbiamo esplorato i 3 livelli da soli. Grazie per il post e saluti da un trovato su Booking.com (vicino alla stazione ferroviaria 😅)
    Elena dalla Scozia

    rispondere

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *